martedì 31 marzo 2015

Psoriasi cure e alimentazione, 3 punti dovresti sapere..

Psoriasi cure e alimentazione
Conosciamo la psoriasi come una malattia infiammatoria che attacca la pelle, colpendo diverse parti del corpo e che si può presentare in varie forme (psoriasi a placche, psoriasi invertita, psoriasi guttata). Ma quale rapporto esiste fra psoriasi e alimentazione?

Per quanto non sia stato scientificamente dimostrato un rapporto di causa effetto fra l’insorgere della psoriasi e un particolare tipo di alimentazione, è invece evidente come l’alimentazione stessa influisce in modo marcato sui sintomi e sul quadro clinico generale di questa malattia.


Cosa vuol dire questo? Che seguire un’alimentazione “scorretta” (cioè troppo ricca di grassi di origine animale, di alimenti industriali ricchi di coloranti e conservanti chimici e di alcolici) può influire in modo negativo sul decorso della malattia, peggiorandone i sintomi.

L’alimentazione, le tossine e l’infiammazione

Questo probabilmente accade perché un tipo di alimentazione come quella vista sopra porta a un aumento di tossine nell’organismo, tossine che gli organi emuntori (cioè il fegato e i reni, che hanno la funzione di “filtrare” ed eliminare le scorie dall’organismo) non riescono a eliminare completamente.

L’eccesso di tossine comporta un aumento del processo infiammatorio che è già in atto a causa della psoriasi, peggiorandone i sintomi (che sono tipicamente prurito, rossore, desquamazione della pelle e in alcuni casi sanguinamento delle lesioni).

Questo vuol dire anche che eliminando l’eccesso di tossine (tramite un’alimentazione più corretta) è possibile ridurre i sintomi. Ma quale tipo di alimentazione può essere utile in questo caso?

Un’alimentazione detox: un aiuto contro la psoriasi

Un’alimentazione disintossicante può essere di aiuto per combattere i sintomi della psoriasi: questo vuol dire escludere tutti gli alimenti che siano troppo ricchi di grassi animali o conservanti chimici, ed evitare quelle sostanze (come caffè, cioccolata, formaggi stagionati e zuccheri non raffinati) che vanno ad aumentare l’infiammazione, soprattutto nei periodi di maggiore crisi.

Inoltre anche i sistemi di cottura hanno grande importanza in questa situazione: meglio infatti evitare le fritture oppure le cotture troppo lunghe ed elaborate, e orientarsi invece sui sistemi di cottura più semplici (la bollitura, il vapore, la griglia).

Può invece essere utile scegliere un’alimentazione basata su cereali integrali, legumi, frutta e verdura fresche (ma non tutte sono adatte a chi soffre di psoriasi), olio extravergine di oliva e acidi grassi essenziali (omega 3), che hanno la capacità di aiutare l’organismo a eliminare le tossine in eccesso, riducendo il processo infiammatorio.

Psoriasi e alimentazione: l’importanza del peso e dell’acqua

Una dieta disintossicante che sia anche ipocalorica è utile anche da un ulteriore punto di vista per combattere le manifestazioni della psoriasi: infatti il sovrappeso è una delle condizioni che aggravano questa patologia, perciò riuscire a rientrare (e mantenere) il peso forma con la giusta dieta e una moderata attività fisica può rivelarsi davvero un toccasana per chi soffre di psoriasi.
Molto importante è anche mantenere un consumo di acqua adeguato durante la giornata: 2 litri sono la quantità indicata per favorire il processo di disintossicazione e mantenere l’idratazione della pelle (che tende a seccarsi molto durante gli attacchi di psoriasi).

Per comprendere meglio il rapporto fra i diversi tipi di psoriasi,  le loro manifestazioni e l’alimentazione è possibile leggere questo articolo sulla psoriasi e l’alimentazione.


Per maggiori informazioni visita questa pagina